Una guida completa della Val Comino è disponibile presso il nostro Concierge, presto anche all’interno di ogni suite direttamente sui computer Apple.

È possibile visitare sia le Bellezze paesistiche sia monumentali, e apprezzare la fauna e flora oltre che le tradizioni popolari.

Il seguente è solo un breve elenco di possibilità per impiegare al meglio il vostro tempo libero in questo luogo storico.

Esplorando i monumenti del borgo di Picinisco e dei suoi dintorni:

picinisco_di_notte

Si parte naturalmente da una passeggiata nel centro storico di Picinisco per le strade medioevali seguendo i percorsi stabiliti sin da 1000 anni fa, ammirando gli edifici costruiti nei secoli XIII e XIX sec:

  • Chiesa di San Lorenzo, costruita nel 1305 d.C. ma più volte ampliata e restaurata, all’interno vanta un organo a canne del Catarinozzi. Di grande interesse è il campanile dell’XI secolo, che probabilmente era una torre di avvistamento militare;
  • il Castello ha quattro torri, la più antica chiamata “Torretta” risale all’XI secolo d.C. era inglobata all’interno di un’altra torre più grande costruita nel XV sec., ed è emersa durante i bombardamenti alleati nel 1944;
  • Chiesa di San Rocco, del ‘800, sita nella piazza Ernesto Capocci;
  • la Chiesa di Santa Maria, sita in adiacenza del cimitero, risalente all’XI sec., edificata su resti romani, con all’interno un affresco del XIV sec.;
  • il ponte romano, presso il sentiero di Ponte Le Branche;
  • le fontane di fonte Scopella, fonte degli Schiavoni, fonte di Santa Maria;
  • tutte le frazioni montane come Fontitune, Valleporcina, Casale, Liscia e quelle che si sono sviluppate intorno a chiesette come San Gennaro, San Giuseppe, Le Serre, San Pietro – Colleposta.

Bellezze paesistiche da visitare:

  • Grottacampanaro, diga costruita negli anni 50 che crea il lago artificiale, sono presenti ancora i resti dei binari che collegavano con Val Canneto, oltre che la grotta omonima;
  • Prati di Mezzo, approdo naturale per la visita del Parco Nazionale, campo base per molti percorsi naturalistici.

Produzione enogastronomiche:

Da non perdere la visita alle case dei pastori e alle aziende agricole, per ritornare magicamente indietro nel tempo, osservando la produzione di formaggi e ricotte con metodi tradizionali.

Nelle vicinanze di Picinisco ci sono varie Aziende Vinicole e Frantoi, interessanti da visitare.

Monumenti presenti in altri paesi della valle:

  • ad Atina: il Palazzo Comunale, il Museo Archeologico e Palazzo Visocchi;
  • ad Alvito: il Palazzo Ducale e le Chiese di Santa Teresa e San Simeone (XVII sec.);
  • a San Donato in Val Comino: il borgo antico, le chiese di Santa Maria e San Marcello (XVII secolo d.C.), il Santuario di San Donato (VIII sec.);
  • a Settefrati: la chiesa di Santo Stefano (X sec.), la Chiesa della Madonna delle Grazie (XVII sec.);
  • a Canneto – scenario naturale della Val Canneto, in cui scorre il fiume Melfa, il Santuario della Madonna di Canneto (prime notizie 1707);
  • a Campoli Appennino: La Torre medievale (XI sec.);
  • a San Biagio Saracinisco: la Chiesa di San Biagio (XII sec.).

Luoghi di interesse turistico nelle vicinanze:

  • a Vallerotonda: la Chiesa di Santa Maria Assunta (XIV sec.);
  • a Cassino: il Monastero di Montecassino;
  • il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.